I Servizi offerti dall’Autoscuola Guizza

• Conseguimento di tutte le categorie di patenti:

Le lezioni di teoria che si svolgono in sede riguardano le patenti A e B. Per tutte le informazioni visita la sezione “teoria e pratica”.

La parte pratica delle patenti moto, invece, si svolge presso il Consorzio Autoscuole Padovane. I candidati dovranno indossare un abbigliamento idoneo a tutela della loro incolumità. Non dovranno mancare dunque i seguenti dispositivi di protezione: casco integrale, guanti, giacca con protezione dei gomiti e delle spalle, scarpe chiuse, pantaloni lunghi e protezioni delle ginocchia.

I corsi, teorici e pratici, per il conseguimento delle altre abilitazioni si svolgono presso il Consorzio Autoscuole Padovane.

• Conseguimento e rinnovo abilitazione professionale CQC (merci e persone):

Al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti organizziamo in sede i corsi per il rinnovo della CQC. Il corso ha la durata di 35 ore e non è prevista alcuna prova d’esame. Al termine del corso viene rilasciato un attestato di frequenza e la nostra autoscuola si occupa direttamente della pratica per richiedere il duplicato della patente/CQC.

Vi è l’obbligo di frequenza alle lezioni, con un massimo di 3 ore di assenza. Eventuali altre ore di assenza dovranno essere recuperate.

Ci avvaliamo di docenti qualificati esperti nel settore dell’autotrasporto, che tratteranno tematiche legate al cronotaghigrafo, tempi di guida, sanzioni, malattie professionali, norme di comportamento, ecc.

La validità della CQC è di 5 anni, è possibile cominciare a frequentare il corso per il rinnovo con un massimo di un anno e mezzo di anticipo (18 mesi) dalla data di scadenza della CQC stessa. Attenzione che la CQC potrebbe avere una data di scadenza diversa rispetto a quella della patente di guida a cui è collegata.

Per provvedere al rinnovo non devono passare più di due anni dalla data di scadenza della CQC, in tal caso sarà necessario frequentare il corso di formazione (130 ore di teoria e 10 ore di guida) e sostenere nuovamente i due esami previsti per il conseguimento della CQC ex novo.

• Rinnovo patente:

Per poter effettuare la conferma di validità della patente di guida è necessaria la seguente documentazione, da consegnare la settimana prima della visita:

  • Bollettino di € 16,00 c/c 4028
  • Bollettino di € 10,20 c/c 9001
  • Nr. 1 fototessera formato documento
  • Firma dell’interessato
  • Dati della patente attuale

Il medico è presente in sede tutti i Lunedì dalle ore 17:30 alle ore 18:30. Dopo aver consegnato la documentazione si potrà concordare il giorno e l’orario della visita.

La patente verrà spedita presso il recapito fornito dall’interessato con posta assicurata entro alcuni giorni lavorativi (pagamento di € 6,86 alla consegna) o direttamente in autoscuola.

• Duplicato patente:

Il duplicato della patente di guida può essere richiesto per diversi motivi:

  • smarrimento / sottrazione / deterioramento
  • riclassificazione
  • rinnovo se la patente non fosse duplicabile

Ci saranno dei versamenti postali da effettuare ma, a seconda dei casi, potrebbe variare l’importo per cui vi preghiamo di contattarci per valutare ogni singola richiesta.

Nel caso in cui la pratica di duplicato per smarrimento / sottrazione / deterioramento o riclassificazione venga delegata alla nostra autoscuola, saranno necessarie anche due fototessere uguali, di cui una autenticata in comune, a meno che la richiesta di duplicato non sia contestuale al rinnovo, in tal caso l’autentica della foto verrà effettuata direttamente dal medico.

Se la patente è stata persa o rubata sarà necessaria anche la denuncia ai carabinieri.

• Corsi di recupero punti:

All’atto del conseguimento la patente di guida ha 20 punti, che vengono aumentati di 2 ogni due anni se il conducente non commette infrazioni, fino ad un massimo di 30 punti.

Ai corsi potranno essere iscritti solo i conducenti che abbiano già ricevuto la comunicazione, da parte del Dipartimento dei trasporti terrestri, di decurtazione del punteggio.
La frequenza di un corso non consente la contemporanea partecipazione ad altri e per ogni comunicazione di decurtazione è possibile frequentare un solo corso.

Per i titolari di patente di guida delle categorie A, B, B+E e della sottocategoria A1 è possibile recuperare fino a 6 punti frequentando un corso di 12 ore, che si dovrà svolgere entro due settimane consecutive, con al massimo 4 ore di assenza. Le ore di assenza possono essere recuperate a seguire nel corso stesso. In caso di maggiori assenze il corso va ripetuto.

Per i titolari di patente di guida delle categorie C, C+E, D, D+E  è possibile recuperare fino a 9 punti frequentando un corso di 18 ore, che si dovrà svolgere entro due settimane consecutive, con al massimo 6 ore di assenza. Le ore di assenza possono essere recuperate a seguire nel corso stesso. In caso di maggiori assenze il corso va ripetuto.

Qualora le infrazioni con conseguente decurtazione punti avvenissero nello svolgimento delle mansioni di autista di professione in possesso di CQC, i punti verranno decurtati da quest’ultima.

I corsi di recupero punti si svolgono presso il Consorzio Autoscuole Padovane.

• Corsi rinnovo abilitazione di insegnante e istruttore

Ogni due anni gli insegnanti e gli istruttori di scuola guida sono tenuti a frequentare un corso di aggiornamento di 8 ore.

Il corso di formazione periodica ha ad oggetto uno o più tra i seguenti argomenti:
a) il mantenimento e il miglioramento delle competenze generali degli insegnanti;
b) i cambiamenti normativi legati alla sicurezza;
c) le nuove ricerche riguardanti l’area della sicurezza stradale, in particolare il comportamento dei giovani conducenti, compresa l’evoluzione delle tendenze delle cause di incidente;
d) i nuovi sviluppi dei metodi di insegnamento e di apprendimento.

Il corso si svolge in un’unica giornata dove ci avvaliamo di docenti qualificati quali un avvocato, una psicologa e un ingegnere, che tratteranno gli argomenti previsti dalla normativa.

• Guida accompagnata:

Può richiedere la “guida accompagnata” chi ha compiuto 17 anni ed ha già una patente A1 o B1.

Il minore deve ottenere un’apposita autorizzazione alla guida accompagnata, rilasciata solo a chi abbia frequentato un corso della durata di almeno 10 ore di guida presso un’autoscuola o Centro di istruzione automobilisticache al termine consegnerà all’allievo l’attestato di frequenza corredato degli originali del libretto delle lezioni di guida.

Durante la guida accompagnata,il minore non può guidare da solo, ma deve avere sempre a fianco un accompagnatore con patente B o superiore conseguita da almeno 10 anni, di età non superiore ai 60 anni e che non abbia subito provvedimenti di sospensione della patente negli ultimi 5 anni. La vettura, inoltre, deve esporre, nella parte anteriore e posteriore, un contrassegno con la scritta in lettere maiuscole “GA” (Guida Accompagnata), di colore nero su fondo giallo retroriflettente e di dimensioni standard specifiche.

Per richiedere l’autorizzazione alla guida accompagnata, è necessario presentare apposita istanza presso un Ufficio della Motorizzazione corredata della documentazione prevista.

L’istanza non può essere accolta se la patente posseduta dal minore è scaduta di validità o se sulla stessa gravino provvedimenti ostativi alla guida.

L’Ufficio Motorizzazione Civile, dopo le opportune verifiche , rilascia una ricevuta di presentazione dell’istanza, che consente al minore di iscriversi al corso di formazione propedeutico alla guida accompagnata presso un’autoscuola.

Nel caso in cui, durante il periodo di guida accompagnata, il minore commetta violazioni , il diritto all’autorizzazione è revocato ed è inserito apposito ostativo nell’anagrafe nazionale degli abilitati alla guida. Analogamente si procede nel caso in cui la patente posseduta dal minore sia sospesa di validità o revocata. In entrambi i casi il minore non può ripresentare l’istanza di autorizzazione alla guida accompagnata.

Il corso di formazione:

• va effettuato su veicoli idonei per il conseguimento della patente di categoria B, muniti di segni distintivi e doppi comandi;

• si svolge in lezioni individuali, per una durata non superiore a due ore giornaliere; sul veicolo possono essere presenti solo il minore conducente e l’istruttore autorizzato e abilitato;

• prevede almeno dieci ore effettive di guida, di cui almeno quattro ore in autostrada o su strade extraurbane e due ore in condizione di visione notturna;

• deve essere documentato da un apposito libretto delle lezioni di guida.

Il corso di formazione si conclude con il rilascio al minore, da parte dell’autoscuola, di un attestato di frequenza, corredato degli originali del libretto delle lezioni di guida.

Nota Bene: l’aspirante al conseguimento della patente di categoria B, già minore autorizzato alla guida accompagnata, è esonerato dal ripetere le esercitazioni di guida purché:

• presenti istanza di conseguimento della patente entro sei mesi dal compimento del diciottesimo anno, e

• in qualità di minore autorizzato, non sia incorso nella revoca dell’autorizzazione.

L’Ufficio della Motorizzazione Civile al quale è stata presentata l’istanza per richiedere l’autorizzazione alla guida accompagnata, su presentazione dell’attestato redatto dall’autoscuola e sulla designazione degli accompagnatori, rilascia l’autorizzazione alla guida accompagnata, che consente al minore di esercitarsi alla guida avendo al suo fianco uno degli accompagnatori designato (NOTA BENE: soltanto dopo il rilascio della suddetta autorizzazione il minore può esercitarsi se accompagnato da uno dei titolari di patente di guida indicati nell’ autorizzazione).

Con riferimento agli accompagnatori, che possono essere designati in un numero massimo di tre, si fa presente che:

• devono avere un’età non superiore a 60 anni;

• devono essere titolari, da almeno 10 anni, di patente italiana di categoria non inferiore alla B, con esclusione di quelle speciali. Nel caso di patente rilasciata da altro Stato UE, ovvero appartenente al SEE, la stessa deve essere stata riconosciuta da non meno di 5 anni;

• devono avere patenti in corso di validità e sulle quali non risulti registrato nell’anagrafe nazionale degli abilitati alla guida, negli ultimi 5 anni, alcun provvedimento di sospensione.

Con riferimento alle esercitazioni di guida accompagnata si fa presente quanto segue:

– le esercitazioni di guida accompagnata devono avvenire su autoveicoli idonei, muniti di apposito contrassegno identificativo, senza il trasporto di passeggeri e senza il traino di rimorchi.

– l’autoveicolo sul quale può essere esercitata la guida accompagnata deve rispondere ai seguenti requisiti:

– massa complessiva fino a 3,5 t;

– potenza specifica, riferita alla tara, fino a 55 kW/t e, se di categoria M1, potenza massima fino a 70 kW;

– munito, nella parte anteriore e posteriore, di apposito contrassegno  recante le lettere “GA”, di colore nero su fondo giallo retroriflettente.